Bankitalia: arrivano novità per imprese e famiglie, ma cosa cambia con il nuovo pacchetto regolamentare che ogni istituto di credito dovrà rispettare in tema di prodotti e servizi?

Ecco le novità: entro la fine dell'anno andrà definitivamente in soffitta la commissione massimo scoperto, che è applicata quando il c/c va in rosso, con tassi d'interesse spesso da capogiro, ci sarà solamente la "commissione onnicomprensiva" per gli affidamenti, e una piccola "commissione d'istruttoria" per gli sconfinamenti.

In arrivo il conto base, un prodotto a costo zero, con le stesse caratteristiche del conto corrente, di facile utilizzo, ma che rende poco sia per le banche sia per i correntisti, ottimo da utilizzare come strumento di pagamento o accredito stipendio.

Novità nell'estratto conto: dovrà essere obbligatoriamente allegata una tabella con l'indicatore sintetico di costo (isc) sui prezzi delle varie commissioni ed i clienti dovranno essere sempre informati di ogni variazione in maniera tempestiva, da via Nazionale arriva l'invito a usare sempre di più i canali telematici (mail).

Altolà sui finanziamenti esteri: per le banche arriva l'obbligo di informare i correntisti o richiedenti sulle oscillazioni sfavorevoli dei tassi di cambio e d'interesse.

Stop agli incentivi per chi vende cessioni del quinto, si rafforzano gli obblighi informativi ed i divieti di provvigione per gli addetti commerciali degli istituti di credito, in una nota Bankitalia vuole mette un freno al prestito legato alla busta paga, dove la rata è prelevata direttamente dalla banca, che ha messo con le spalle al muro molte famiglie.

Informazioni chiare anche sul credito al consumo: vietati gli spot ingannevoli, la pubblicità dovrà essere il più trasparente possibile, informando i clienti sui tassi effettivamente applicati. Insomma un insieme di regole che se applicate, renderà la vita dei correntisti un po' meno complicata.