Mercoledì l'euro ha continuato il suo movimento di rialzo rispetto al dollaro sanzionato da una diminuzione dei timori di un'azione militare in Siria, in un mercato prudente prima della decisione di politica monetaria della Riserva federale americana la settimana prossima.

Barack Obama ha annunciato martedì agli Stati Uniti che desidera dare una possibilità alla diplomazia in Siria nel momento in cui Damasco assicura di esser pronto a rinunciare al suo arsenale chimico. Il presidente americano ha giudicato che la proposta russa di porre le armi chimiche siriane sotto controllo internazionale costituisce un segnale "incoraggiante" e ha chiesto al Congresso americano di non esprimere immediatamente il suo voto in merito ad un eventuale ricorso alla forza.

La prospettiva di un attacco militare occidentale, condotto dagli Stati Uniti, contro il regime del presidente siriano Bachar al Assas aveva, in queste ultime settimane, spinto i cambiavalute a cercare rifugio presso i valori da essi giudicati più sicuri, come il franco e l'oro.

Questa schiarita riguarda anche il mercato degli scambi, sui quali lo yen, considerato un valore rifugio, perde terreno rispetto al dollaro, la cui evoluzione è tuttavia limitata dalle incertezze sul calendario di rallentamento dei riacquisti di attivi della Riserva federale degli Stati Uniti, prima della riunione di politica monetaria del 17 e 18 settembre.

Sul mercato delle obbligazioni, il rendimento delle obbligazioni italiane a dieci anni è passato al di sopra di quello delle obbligazioni spagnole a causa delle inquietudini sull'avvenire della coalizione di governo tra la sinistra e la destra, minacciata dalla possibile destituzione dell'ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi dalle sue funzioni di senatore a vita. Il biglietto verde è rimasto peraltro sotto la pressione di speculazioni sul fatto che la banca centrale americana potrebbe rinviare l'inizio della diminuzione delle sue misure di aiuto alla prima economia mondiale, precedentemente atteso per metà settembre. Le quotazioni dei barili di Brent e del greggio degli Stati Uniti hanno conosciuto un leggero rialzo dopo due giorni di calo provocato dalla distensione in merito al caso siriano.

Forex EURO - USD, analisi tecnica

Il tasso spot sosta al limite superiore del suo canale ribassista medio termine a 1.3350. Una rottura di questo livello gli permetterebbe di liberare un potenziale consistente e determinare una tendenza al rialzo. Secondo gli avvenimenti precedenti, il mercato indica un'opportunità rialzista non appena il tasso spot avrà rotto la sua resistenza a 1.3350 con primo obiettivo 1.3410 poi 1.3430. Una rottura di 1.3330 invaliderebbe questo scenario