Martedì l'euro si è stabilizzato rispetto al dollaro, in un mercato forex senza grande tendenza e sempre animato dalle speculazioni sull'avvenire del sostegno monetario della Riserva Federale americana prima della sua riunione della settimana prossima. Una serie di indicatori macro di attività nell'insieme migliori di quanto atteso avevano portato in queste ultime settimane i traders ad aspettarsi l'annuncio di un irrigidimento della politica della Fed a partire dalla prossima riunione del suo Comitato di Politica Monetaria il 17 e il 18 settembre.

Se l'annuncio di un rallentamento in occasione del prossimo FOMC resta sempre l'opzione favorita, questo potrebbe però essere meno alto di quanto anticipato inizialmente. La maggior parte degli attori del mercato puntano ora su una riduzione di 10 miliardi di dollari al mese mentre fino ad una o due settimane fa si aspettavano piuttosto una riduzione di 20 miliardi. In questo contesto, i cambiavalute sono rimasti prudenti prima della pubblicazione verso la fine della settimana degli indicatori americani, tra cui giovedì le cifre settimanali delle nuove iscrizioni ai sussidi di disoccupazione e venerdì le cifre del mese di agosto sulle vendite al dettaglio e sui prezzi alla produzione, ed anche la prima stima della fiducia dei consumatori americani a settembre stabilita dall'Università del Michigan.

Gli investitori sono rimasti peraltro prudenti poiché la settimana potrebbe rivelarsi decisiva per la crisi siriana. La Russia ha proposto lunedì di mettere sotto controllo internazionale le armi chimiche siriane e questa iniziativa, accolta piuttosto favorevolmente da Washington, potrebbe allontanare la prospettiva di attacchi militari contro Damasco. In effetti le autorità russe hanno detto che stanno collaborando con Damasco alla realizzazione di un progetto "effettivo, concreto" di controllo dell'arsenale chimico siriano che rassicuri così i mercati che hanno ripreso a crescere. Quanto ai mercati asiatici, la pubblicazione di un rialzo un po' più forte del previsto in Cina della produzione industriale, delle vendite al dettaglio e degli investimenti negli attivi immobilizzati nel mese di agosto, dopo un lungo periodo di rallentamento, ha contribuito alla crescita delle azioni e delle materie prime.

Forex EURO - USD, analisi tecnica

Il tasso spot si trova all'interno della resistenza intermedia del suo canale ribassista medio termine a 1.3280 preannunciando un ripiego. Una rottura di tale posizione consentirebbe di raggiungere il limite superiore del suo canale a 1.3340. Secondo gli avvenimenti precedenti, il mercato indica un'opportunità rialzista non appena il tasso spot avrà rotto la sua resistenza a 1.3280 con primo obiettivo 1.3340 poi 1.3360. Una rottura di 1.3260 invaliderebbe questa ipotesi.