Investimenti, se si vuole contenere il rischio esistono degli strumenti maggiormente sicuri che permettono comunque agli investitori di guadagnare qualcosa e soprattutto di evitare di perdere il proprio capitale avendo il vantaggio di offrire rischi bassissimi e rendimenti discreti.

Vediamo un elenco, che mette a confronto, le più comuni forme di investimento, che possiamo definire per le caratteristiche intrinseche dei prodotti, al momento tra i più sicuri sul mercato.

I conti deposito: Hanno durata breve, un rischio pressoché nullo, un rendimento basso, in genere possono anche essere ritirati senza alcuna penalità prima che si raggiunga la data di scadenza pattuita, importante leggere bene il contratto. I conti deposito hanno il vantaggio di essere garantiti dal Fondo Interbancario di Tutela fino ad un valore pari a 100.000 euro per depositante e per conto. Le somme versate sono, come si anticipava sopra, disponibili in qualsiasi momento in caso di conto deposito in forma libera , a scadenza per quelli in forma vincolata.

Certificati di deposito: Durata breve/media, un rischio nullo, in caso di certificati di deposito nominativi, un rendimento discreto, sono garantiti dal Fondo interbancario solo se nominativi, quindi il rischio default è nullo in caso di certificato di deposito nominativo. Non è possibile generalmente svincolarli prima della scadenza contrattuale.

I buoni postali hanno una durata media, un rischio molto basso, garantiscono un rendimento discreto, possono essere svincolati ma si perdono gli interessi maturati, in caso di default delle poste, lo Stato interviene a tutela dell'investitore.

Pronti contro termine hanno una durata breve, un rendimento discreto, un rischio medio, non possono essere smobilizzati prima della scadenza, vi è il rischio default. I pronti contro termine sono depositi garantiti da titoli, generalmente emessi dalla stessa banca, rappresentano tra tutti quelli menzionati il prodotto di investimento leggermente più rischioso.