Lo scorso martedì l'euro ha subito un calo rispetto al dollaro, in un mercato del forex cauto dopo un giorno feriale negli Stati Uniti e nel contesto di un ritorno dell'inquietudine riguardo alla Siria e ai timori di attacchi militari occidentali. L'attività sui mercati dovrebbe rafforzarsi progressivamente questa settimana per culminare con la pubblicazione delle cifre della disoccupazione negli Stati Uniti venerdì. I recenti indicatori incoraggianti sul vigore della ripresa dell'economia negli Stati Uniti potrebbero condurre la Federal Reserve americana a ridurre da settembre le sue iniezioni massicce di liquidità nel sistema finanziario americano. Previsto per venerdì il rapporto mensile ufficiale sull'impiego e la disoccupazione negli Stati Uniti è ancor più atteso dato che la Fed fa della diminuzione del tasso di disoccupazione il fattore chiave dell'eventuale rafforzamento della sua politica monetaria.

Questo rapporto potrebbe determinare una grande volatilità sui mercati questa settimana. Inoltre l'indice ISM manifatturiero è risultato decisamente migliore del previsto in aumento a 55.7 contro i 54 anticipati e i 54.4 precedenti. Ma gli indicatori macroeconomici sono passati in secondo piano martedì a causa del ritorno dei timori di un attacco militare occidentale in Siria: queste preoccupazioni sono state attenuate dopo il rifiuto da parte del parlamento britannico di qualsiasi tipo di partecipazione ad un intervento militare unilaterale, e dal fatto che il presidente americano Barack Obama ha chiesto l'avviso del Congresso americano su un eventuale attacco americano, avviso che non dovrebbe essere dato prima del rientro politico della settimana prossima.

Tuttavia, martedì l'annuncio delle autorità russe della rivelazione del lancio di due missili balistici nel mare Mediterraneo ha rilanciato il movimento di fuga verso i valori giudicati più sicuri dagli investitori, come il dollaro e l'oro. La settimana scorsa, le preoccupazioni sulla situazione in Siria avevano in particolare portato la quotazione dell'oro all'oncia al suo livello più alto da metà maggio.

Quanto all'Asia, il settore dei servizi in Cina ha conosciuto nel mese di agosto una crescita robusta benché inferiore a quella di luglio, secondo l'inchiesta PMI pubblicata martedì dall'ufficio nazionale delle statistiche. In effetti esso è risultato a 53.90 mentre a luglio appariva a 54.10.

Forex EUR/USD, analisi tecnica e previsioni

Il tasso spot sosta al limite superiore del suo canale ribassista medio termine a 1.3190. Una rottura di questo livello gli permetterebbe di liberare un potenziale importante e determinare una tendenza rialzista. Secondo gli avvenimenti precedenti, il mercato indica un'opportunità rialzista non appena il tasso spot avrà rotto la sua resistenza a 1.3190 con primo obiettivo 1.3250 poi 1.3270. Una rottura di 1.3170 invaliderebbe questo scenario.