Proviamo a fare una previsione sui movimenti di una delle coppie major del Forex, il Usd/Jpy riguardo l'intraday di lunedì 30 settembre 2013 insieme ad un'analisi tecnica per posizioni che potrebbero raggiungere il target anche il fine settimana.

Personalmente uso 2 timeframe: un grafico a 4 ore per individuare fra le altre cose il trend principale, e un grafico a 30 minuti per un analisi tecnica più breve che tenga conto di supporti, resistenze, minimi e massimi, con l'ausilio delle mie personali medie mobili esponenziali.

Analisi tecnica USD/JPY dal 30 settembre al 4 ottobre 2013

Guardando il grafico a 4H si potrebbe dire che sia in atto un minitrend ribassista che è partito dal massimo di 100.61 raggiunto l'11 settembre fino al minimo di 97.76 risalente oramai al 18 settembre. Dopo un'interruzione, il biglietto verde ha ripreso a indebolirsi senza però scendere sotto 98. Le medie mobili a 100 e 200 sono molto vicine, mentre la breve ha girato verso il basso ma non in modo convincente per cui è difficile prendere posizione all'inizio della settimana. Sicuramente un supporto molto forte si trova in area 97 sono poche le probabilità che venga sfondato salvo dati macroeconomici negativi per il dollaro.

Andiamo sul grafico del 30 minuti. Qui la discesa si è fermata su un supporto settimanale in area 98.10-98.20 e nonostante qui sia molto più evidente il trend al ribasso, potrebbero esserci comunque i presupposti a un rimbalzo long di circa 40 pips prima eventualmente di vedere un nuovo indebolimento del dollaro. Solo a questo livello aprirei una posizione short sperando in uno sfondamento di area 98.10 che durante la settimana possa portare il dollaro-yen a un take profit da piazzare a 97.80 per circa 70 pips di guadagno, stop loss da mettere 30 pips sopra il livello di apertura.

Questo post è da ritenersi un'analisi personale da cui si può trarre una riflessione per il vostro trading, nessuna intenzione di rilasciare segnali operativi. Buon Forex trading a tutti!