Banca Marche, notizie nere, commissariata entro la fine del mese a meno di trovare qualcuno che rafforzi il patrimonio per più di mezzo miliardo di euro, e al momento l'ipotesi appare lontana dall'essere probabile. Per Banca Marche la gestione provvisoria imposta da Bankitalia ormai quasi due mesi fa non può protendersi oltre tale lasso temporale, da ciò, dovrebbe arrivare in pochi giorni il commissariamento.

Non solo, a riprova del commissariamento di Banca Marche ormai dato quasi per certo, come riporta Repubblica, anche le dimissioni a catena dei membri del consiglio di amministrazione, tra le quali anche quelle del presidente Rainer Masera. Proprio quest'ultimo ha recentemente dichiarato nella lettera di dimissioni che, in merito alla necessità di rafforzare il patrimonio di mezzo miliardo di euro, di registrare "l'assenza di impegni del mondo imprenditoriale per potere assicurare la creazione del nocciolo duro necessario per porre la banca in sicurezza.

Le news su Banca Marche sono quindi a tinte fosche. Le ipotesi di un interessamento di Bnp Paribas non hanno trovato conferma e l'istituto bancario sembra ormai sul punto di non poter evitare il commissariamento: il motivo della situazione difficilissima in cui versa Banca Marche è legato, e non è un mistero, alla cattiva gestione dell'istituto di Jesi in tempi recenti, che era stata critica con forza anche dalla stessa Bankitalia.

Finite le speranze di evitare il commissariamento di Banca Marche, quindi? Stando alle ultime notizie, si direbbe di sì, a meno di veri e propri miracoli.