Banca Marche, le ultime notizie vertono sul commissariamento dell'istituto come disposto il 15 ottobre, tramite decreto, dal Ministero dell'Economia. Sciolti quindi gli organi amministrativi e di controllo di Banca Marche dopo la gestione provvisoria decisa da Bankitalia alla fine di agosto. Federico Terrinoni e Giuseppe Feliziani sono i commissari straordinari, assieme a loro sul lato sorveglianza arrivano Giuseppe Guizzi, Massimo Spisni e Giovanni Ossola.

Le ultime notizie su Banca Marche confermano quindi quanto ampiamente previsto dagli esperti, che consideravano le possibilità di trovare chi disposto a rafforzare il patrimonio di circa mezzo miliardo di euro ormai minime. Come lo stesso istituto di Jesi ha comunicato, "l'avvio della procedura di amministrazione straordinaria risponde alla necessità di proseguire e completare l'azione di risanamento del gruppo già avviata dai commissari della gestione provvisoria". Nei prossimi mesi vedremo quindi i commissari straordinari impegnati a loro volta a cercare soluzioni per la ripatrimonializzazione dell'istituto.

Per Banca Marche le ultime notizie confermano tuttavia la mancanza di volontà di mettere mani al portafoglio per il rafforzamento del capitale da parte delle tre fondazioni principali socie dell'Istituto, ovvero la Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, la Cassa di Risparmio di Pesaro e la Cassa di Risparmio di Jesi. Per quanto riguarda i proprietari di un conto corrente e i clienti più in generale, dopo il commissariamento Banca Marche ha comunicato che possono "continuare a rivolgersi con fiducia agli sportelli della banca, che prosegue come di consueto la propria attività".

Al di là di tali comunicati, di sicuro per i commissari straordinari Terrinoni e Feliziani e per i nuovi componenti del comitato di sorveglianza, non sarà uno scherzo riuscire a superare le criticità che affliggono ormai da tempo Banca Marche.