Un continuo miglioramento di conti correnti, di conti deposito tradizionali e l'introduzione di nuovi strumenti di investimento: sono questi gli obiettivi del piano di sviluppo triennale di CheBanca!, istituto del gruppo Mediobanca fondata ormai da cinque anni.

E' proprio sul continuo miglioramento della qualità dei servizi già offerti e sulla proposta di nuovi servizi che si sofferma Roberto Ferrari, direttore generale di CheBanca!, spiegando i possibili metodi per incrementare la già alta raccolta di somme (circa 14 miliardi di euro nell'ultimo trimestre) e di clienti (500 mila).

Secondo il manager inoltre questa crescita sarà ulteriormente spinta dalla efficienza dei numerosi canali distributivi, CheBanca! infatti è nata con una rete fisica di filiali ma ha sviluppato in questi anni una grande esperienza anche sul web e nell'home banking che permettono oggi di operare molto facilmente anche attraverso smartphone e tablet.

Novità importante è l'introduzione della firma digitale, sistema che, grazie ai codici legati alla autenticazione, permetterà in pochi minuti a chi possiede un conto corrente di aprirne uno di deposito o viceversa.

Ancora grandi aspettative per il conto corrente a zero spese e a zero commissioni che sembra destinato a raccogliere ancora molte adesioni (dallo scorso agosto ha avuto una crescita del 43%, 130 mila correntisti e un deposito totale di circa 400 milioni).

La nuova frontiera di CheBanca! saranno invece i fondi di investimento e i prodotti del risparmio gestito per cercare di incrementare i 700 milioni di risparmio attualmente amministrato. Per quanto riguarda i mutui negli ultimi 12 mesi CheBanca! è riuscita ad aumentare le erogazioni di un buon 13%.