Controllo conti correnti 2013 dell'Agenzia delle entrate al via: da domani giungono all'anagrafe tributaria i dati su bonifici in entrata e uscita, acquisti con carte di credito e altro ancora da parte dei cittadini italiani. In tal modo l'Agenzia delle entrate disporrà del database più ricco del mondo per stanare gli evasori fiscali.

Il controllo sui conti correnti 2013 ai nastri di partenza riguarderà dati bancari e finanziari relativi all'anno 2011 e rappresenta un'autentica rivoluzione nei controlli antievasione: si pensi che il precedente database avviato nel 2006 raccoglieva solo il numero di conti correnti intestati ai singoli soggetti.

Tuttavia il controllo sui conti correnti 2013 dell'Agenzia delle entrate progettato a suo tempo dal governo Monti non si limiterà all'anno 2011, o meglio lo farà ma solo per alcuni mesi: l'anagrafe sarà fatti aggiornata con i dati del 2012 già da marzo 2013, mentre per i dati dell'anno in corso la trasmissione avverrà entro il 20 aprile 2014.

Di certo molti italiani si staranno chiedendo in che modo l'Agenzia delle entrate utilizzerà i dati relativi ai conti correnti bancari e online. Sostanzialmente il nuovo database servirà a individuare i soggetti "sospetti", ovvero a indicare al fisco la platea di soggetti su cui concentrare maggiormente verifiche e controlli. In conclusione, la famosa battaglia agli evasori fiscali italiani basata sui controlli dei conti correnti sta davvero per cominciare: dai prossimi mesi, e si presuppone anche per i prossimi anni a meno di cambiamenti, l'Agenzia delle entrate avrà la possibilità di effettuare verifiche decisamente più mirate e quindi più efficaci.