Con oggi martedì 5 novembre inizia la vendita dei BTP ITALIA a 4 anni nella loro quinta emissione. Ma c'è una novità. Ieri il Tesoro ha atteso oltre le 19 per comunicare il tasso cedolare (reale) minimo garantito che è pari al 2, 15% . Il tasso cedolare (reale) annuo definitivo verrà quindi fissato al termine del periodo di raccolta degli ordini e non potrà essere inferiore al tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito.

Ricordiamo che il BTP ITALIA è un titolo indicizzato all'inflazione italiana (Indice FOI, senza tabacchi - Indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, al netto dei tabacchi) e la sua durata quadriennale parte dal 12 novembre 2013 e scade il 12 novembre 2017.

La vendita può avvenire per via telematica o recandosi allo sportello della propria banca purchè si possegga un conto titoli sul proprio conto corrente, la cui apertura comporta dei costi di giacenza. L'emissione avrà luogo attraverso il MOT (il Mercato Telematico delle Obbligazioni e dei Titoli di Stato di Borsa Italiana) e gli istituti che si occuperanno della vendita sono BNP Paribas ( Banca Nazionale del Lavoro S.P.A) e Monte dei Paschi di Siena Capital Services per le Imprese S.p.A. numero indice dell'inflazione calcolato alla data di godimento e regolamento del titolo è 107,45333.

Il codice ISIN del titolo è IT0004969207. Sempre si ricorda che l'operazione è rivolta principalmente ai piccoli risparmiatori in quanto il taglio minimo è di mille euro e multipli. Inoltre va tenuto presente che in caso di deflazione il valore del titolo è garantito, la cedola dello stesso semestre reale viene calcolata moltiplicando il Tasso cedolare semestrale reale fisso per il capitale nominale non rivalutato (floor sulla cedola) garantendo per il relativo semestre un rendimento minimo pari al tasso cedolare reale semestrale fisso, inoltre al termine dei quattro anni il Tesoro restituirà il capitale nominale con l'aggiunta di un premio di fedeltà.