In tempi di crisi come quelli attuali, chi ha somme di denaro non particolarmente ingenti e vorrebbe cercare di investirle proficuamente può optare per i conti deposito che consentono di guadagnare un certo tasso d'interesse stabilito dalla banca.

I conti deposito possono essere vincolati e non vincolati, la differenza sta nel fatto che se il deposito è vincolato il cliente può accedere alle somme a scadenze prestabilite, mentre se il conto deposito è libero è possibile disporre del denaro in qualsiasi momento. Le offerte delle banche relative ai conti deposito vincolati vengono periodicamente aggiornate.

Confronto delle migliori offerte conti deposito vincolati novembre 2013

  • Deposito sicuro Banca Marche, bisogna investire una somma minima di 5 mila euro, l'imposta di bollo è a carico del cliente, il tasso di interesse lordo è del 3,5% per depositi vincolati per 12 mesi;
  • Conto deposito vincolato InMediolanum di Banca Mediolanum, per depositi vincolati per 12 mesi viene offerto un tasso di interesse lordo pari al 3% ovvero il 2,4% netto, con interessi anticipati ogni tre mesi, il bollo è a carico della banca;
  • Conto deposito vincolato Banco Popolare, bisogna investire una somma minima di 5 mila euro, non è previsto un limite massimo, l'imposta di bollo è a carico della banca, il tasso di interesse lordo è del 3% per somme vincolate per 12 mesi;
  • Conto deposito vincolato CheBanca!, ottimo per somme esigue visto che l'investimento minimo è di 100 euro fino ad un massimo di 3 mila euro, l'imposta di bollo è a carico del cliente, gli interessi sono anticipati per somme vincolate per 12 mesi, il tasso lordo è del 2,20%.