I Conti Deposito stanno diventando, lo strumento più richiesto, da chi desidera investire nel breve e medio termine, ma il maggior successo riscosso dai Conti Deposito, messi a confronto con i Bot e i Buoni Fruttiferi Postali, si spiega tenendo in considerazione l'andamento dei mercati negli ultimi mesi dell'anno scorso.

Conti Deposito 2014, rendimento a confronto con Bot e Buoni Fruttiferi: lo spread

Il rendimento dei Conti Deposito, ha beneficiato del fatto che l'Italia, negli ultimi mesi, abbia recuperato molte posizioni in termini di fiducia da parte dei mercati, cosa che ha, finalmente abbassato lo "spread" e quindi ridotto gli alti tassi di interesse, che il nostro paese era costretto a pagare, per rendere appetibile il suo debito e quindi poterlo collocare presso gli investitori. Ecco, dunque, come i Bot e i Buoni Fruttiferi Postali stanno risentendo di una situazione in cui i tassi continuano a essere molto bassi.

Conti Deposito 2014, rendimento a confronto con Bot e Buoni Fruttiferi: i tassi

I Conti Deposito, messi a confronto con i Bot a 12 mesi hanno visto allagarsi, in circa quattro mesi, il divario tra i tassi di rendimento di oltre lo 0,6%, che era già a favore di Conti Deposito. La situazione vede una netta convenienza dei Conti Deposito, a confronto con Bot e Buoni Fruttiferi, per qualsiasi tipologia di vincolo e per qualunque scadenza venga prevista dall'investimento. In un anno, ad esempio, investendo:

  • 10.000 euro in Conto Deposito si otterrebbero più di 187 euro, decisamente superiori ai circa 62 dei Bot
  • Se, poi, l'arco temporale si allunga fino a cinque anni, ecco che il rendimento dei Conti Deposito quadruplica rispetto ai Titoli di Stato.

L'ultima considerazione, che resta da fare sul confronto tra i rendimenti dei Conti Deposito e Buoni Fruttiferi o Bot, riguarda la bassa liquidità dei primi, che non permette di svincolare le somme, se non al prezzo di condizioni spesso dolorose.