Per chi non ha un conto corrente bancario, presso gli istituti di credito è possibile aprirne uno con il canone annuo pari a zero euro. Questo grazie al cosiddetto conto corrente bancario di base appositamente ideato per le famiglie a basso reddito e per i titolari di pensione di importo comunque non elevato.

Per esempio l'Istituto di credito UniCredit propone attualmente alla clientela due tipologie di conto corrente di base: il Conto corrente di base "A", che è ideale per le famiglie a basso reddito, ed il Conto corrente di Base "B" che è perfetto per chi percepisce pensioni per importi mensili inferiori alla soglia dei 1.500 euro.

Nel dettaglio, il conto corrente di base "A" di UniCredit ha un canone di 4 euro al mese che non è dovuto se la famiglia dichiara un Isee - Indicatore della situazione economica equivalente - sotto la soglia dei 7.500 euro. Tale status deve essere poi confermato per ogni anno, entro il 31 marzo dell'anno successivo, al fine di poter continuare ad avvantaggiarsi del canone zero.

Il Conto corrente di base "B" di UniCredit per il pensionato sotto i 1.500 euro, che ogni anno presenta la relativa autocertificazione alla banca, è allo stesso modo con il canone annuo che, pari altrimenti a 24 euro annui, viene allo stesso modo azzerato. Il conto corrente di base di UniCredit, per le due opzioni di stipula possibili, prevede inclusi i servizi e le operazioni in un numero predefinito, ed il rilascio di una carta di debito.