I conti di deposito tornano ad offrire tassi di rendimento vantaggiosi, soprattutto per le somme vincolate. È questo il risultato di un'analisi dei tassi di rendimento dei conti di deposito condotta su alcune banche, con i nostri consigli su dove indirizzare i risparmi.

Il conto Deposito sicuro della Banca Marche offre il tasso lordo più alto: il 3,40% sui depositi vincolati a 12, 18 e 24 mesi, mentre per i vincoli a tre e sei mesi i tassi sono rispettivamente 3,00 e 3,20 con un deposito minimo di 5.000 euro. Ottimo anche il tasso per i depositi liberi: il 2,40%, superiore al 2% offerto da Ibl Banca e da Banca Mediocredito Fvg con il Contoforte. Tuttavia il tasso libero più alto è della Sparkasse con il Depo Dolomiti che offre il 2,80%.

Convenienti anche i tassi applicati dal Monte dei Paschi di Siena: il Conto di deposito Benvenuto offre il 2,25% sia sulle somme libere che vincolate a 3 mesi, salendo fino al 2% lordo annuo e al 2,50% per due anni. È un conto accessibile anche ai piccoli risparmiatori: il deposito minimo è di 1.000 euro, lo stesso richiesto da Banca Sella che offre tassi per somme vincolate da 1,60 a 2.50% e Banca Ifis con il conto Rendimax che offre tassi pari a 3,10% per somme vincolate a 2 anni e 2,75 per un vincolo di un anno.

Il rendimento medio delle altre banche per somme non vincolate è notevolmente più basso: escludendo la Santander che con il Time deposit offre l'1,75%, l'Extrabanca, l'Ing Direct, Banca Mediolanum, offrono l'1% lordo, Che Banca! e Iwbank offrono lo 0,75%, il Banco Popolare lo 0,40% e Webank, Gruppo Bpm offre lo 0,35%.

Oltre alla Banca Marche, per depositi vincolati ad un anno Ibl banca offre il 3,00%, Mediocredito il 2,80%, Banco Popolare, Banca Sistema, Banca Ifis e Popolare di Vicenza il 2,75, mentre il Conto Arancio di Ing Direct offre il 2,40%. Ottimo anche il 3,25% del Banco Popolare per i depositi a 18 mesi.