Nel trading forex è la coppia euro-dollaro la più scambiata e quella per la quale si cercano più segnali: vediamo allora le previsioni per l'EUR/USD del mese di gennaio 2014.

Il cross euro-dollaro risulta ondeggiante già da alcuni mesi nell'intervallo compreso tra quota 1,33 e quota 1,38, un intervallo abbastanza largo nel quale i movimenti laterali l'hanno fatta da padrone, anche se c'è da dire che si è registrato un trend al rialzo abbastanza costante nelle ultime settimane.

Per il mese di gennaio i segnali forex sono orientati a delle previsioni sull'EUR/USD che vedono il cross restare sopra il supporto di 1,35, seppur precisando che il su citato intervallo 1,33-1,38 dovrebbe essere quello dove si presume si svolgeranno la più parte degli scambi.

Bisognerà comunque fare attenzione a diversi elementi, in primis giovedì la BCE comunicherà se il costo del denaro rimane allo 0,25% oppure verrà tagliato ancora (difficile che sia così, ma le sorprese non mancano ultimamente), cosa che indebolirebbe l'euro; poi, specularmente, c'è da seguire cosa farà nelle prossime settimane la FED USA sul tapering ed attendere i dati macro dell'economia statunitense.

Proprio da quest'ultimo fronte potrebbe giungere l'unico elemento in grado di indebolire il dollaro, ovvero un improbabile dato molto negativo sull'occupazione negli Stati Uniti.

Dunque possiamo dire la resistenza di 1,38 ed il supporto di 1,33 difficilmente verranno rotti: per il mese di gennaio si prevede dunque un andamento abbastanza tranquillo per l'EUR/USD.