I risparmiatori italiani si chiedono quale sia il modo migliore per investire i propri soldi. Ovviamente esistono diversi fondi di investimento, ma forse quello più sicuro e preferito dai risparmiatori è il conto deposito. Chi vuole scegliere il conto deposito più conveniente, però, deve sapere come funziona questo strumento bancario ed è bene che sappia come trovare le offerte a più alto rendimento.

Il conto deposito, come detto, è un fondo di investimento molto comune e diffuso fra i risparmiatori italiani. Per trovare le migliori offerte a condizioni di rendimento convenienti, quindi, bisognerà confrontare le offerte di Deutsche Bank, Fineco, CheBanca! e degli altri istituti bancari. Per scegliere il prodotto migliore per le proprie esigenze si possono sfruttare i servizi dei comparatori online che appunto permettono di mettere a confronto offerte e rendimenti dei vari istituti bancari.

Ma come funziona il conto deposito? Il conto deposito è un tipo di conto bancario più limitato nelle funzionalità rispetto ad un conto corrente tradizionale. Con questi prodotti sarà infatti possibile effettuare operazioni di prelievo e versamento, ma sarà anche obbligatorio avere un conto corrente di appoggio attraverso il quale compiere le varie operazioni.

Per scegliere il conto deposito, poi, sarà necessario decidere se sfruttare un'offerta di conto libero (o non vincolato) oppure se accettare un'offerta di conto vincolato. Con la prima categoria di conti sarà possibile utilizzare il proprio denaro in qualsiasi momento, mentre con la seconda categoria saremo costretti a lasciare in giacenza una determinata somma per un periodo che può andare da 1 a 36 mesi. In cambio di questo vincolo contrattuale, ovviamente, verrà corrisposto un rendimento di interessi più alto.

Ma come capire quale conto deposito offre i rendimenti più alti? Per capire quale conto deposito è più conveniente, come detto, è bene utilizzare i comparatori di conti online. Per orientarsi fra le varie offerte, però, bisogna considerare alcune variabili ovvero il tasso d'interesse, la capitalizzazione degli interessi e il rendimento effettivo.

Il tasso d'interesse è di fatto il rendimento garantito dalla banca sul capitale investito. Bisogna però considerare quale sarà il rendimento al lordo delle tasse e capire come possono cambiare i tassi d'interesse nel tempo. La capitalizzazione degli interessi, invece, è il momento in cui vengono effettivamente riconosciuti gli interessi maturati sul deposito. Il rendimento effettivo, infine, è il calcolo di quanto si è guadagnato al termine del periodo di investimento.

Per scegliere il conto deposito migliore, insomma, bisogna tenere in considerazione tutti questi elementi, ma tutto sommato si tratta di un modo di investire i propri soldi sicuro e comodo. Per fare un esempio, ai tassi attuali, con 20 mila euro, in un anno si possono guadagnare anche 400/450 euro.