Recentemente è stata lanciata una nuova obbligazione Luxottica. Si tratta di un prestito obbligazionario senior di durata decennale, con scadenza 2024, per un importo nominale di 500 milioni di euro. Il collocamento presso investitori istituzionali è stato gestito da un pool di banche guidato da Banca Imi, Bnp Paribas, Credit Agricole, Deutsche Bank e UniCredit e la nuova obbligazione Luxottica è stata venduta al prezzo di 99,281 per un rendimento lordo a scadenza pari a 2,708%. La cedola annua è stata fissata al 2,625% e verrà staccata il 10 febbraio per 10 anni. Il bond è callable, cioè può essere richiamato anticipatamente, a partire dal quinto anno.

Le obbligazioni Luxottica (Isin XS1030851791) saranno quotate presso la borsa del Lussemburgo e sono negoziabili per importi minimi di 100.000 euro nominali con multipli aggiuntivi di 1.000. Il rendimento iniziale era stato determinato dai soggetti collocatori in area 95 punti base sopra il tasso midswap, ma poi la forte domanda, circa nove volte l'ammontare richiesto da Luxottica, ha fatto sì che il margine si restringesse a soli 80 punti. Il rating assegnato a Luxottica dall'agenzia internazionale Standard & Poor's è A- con outlook stabile.

A fine gennaio il patron del gruppo di occhialeria, Leonardo Del Vecchio, ha reso noto al mercato i risultati preliminari del 2013. Luxottica ha infranto un nuovo record in termini di fatturato netto superando la cifra di 7,3 miliardi di euro, in aumento del +7,5% a parità di cambi. In particolare, Luxottica ha conseguito per il terzo anno consecutivo risultati di eccellenza nei mercati emergenti con un incremento superiore al +20% a parità di cambi con punte di eccellenza in Cina, Brasile e Turchia.