Se il risparmio è un desiderio cui aspirano moltissimi italiani, soprattutto durante la crisi che lascia emergere frustrazioni e pessimismi tra la popolazione del nostro Paese, spesso si opta per la possibilità di trovare il conto deposito più vantaggioso, che presenti costi ridotti ma che possa contribuire ad accrescere il nostro piccolo tesoro.

Siccome si tratta di una scelta importante, che va fatta con attenzione e cura per evitare ripensamenti e malcontenti, molti che hanno già intrapreso questa via si trovano a consigliare l'uso di portali online che consentono di confrontare le offerte di CheBanca! con quelle di altri operatori per avere una visione completa di ciò che il mercato bancario propone in periodi di magra come questi.

È vero che il conto di deposito permette meno operazioni rispetto a un conto corrente normale: non si potranno effettuare bonifici, pagamenti con carta di credito o emettere assegni, ma solamente prelevare e versare, eppure sembra una soluzione particolarmente adatta a chi cerca un salvadanaio più sicuro e remunerativo del classico maialino da mensola.

Il conto di deposito può essere poi libero o vincolato, ciò significa che nel secondo caso si stabilisce insieme alla banca il periodo oltre cui si potrà accedere ai nostri risparmi: si potrà vincolare il denaro fino a oltre 24 mesi, prima di poterli riprendere. A volte si potrà estinguere questo vincolo, ed è proprio questa la situazione che vi prospettiamo nel confronto che seguirà.

Abbiamo pensato ad un consumatore che decide di depositare 5mila euro vincolati per 12 mesi e tuttavia con la possibilità di estinguere il vincolo qualora si volesse riprendere il denaro prima del tempo: vediamo allora grazie al portale di comparazione online SuperMoney quali sono le offerte di conto di deposito con tassi di rendimento più elevati.

Ecco che la prima proposta appartiene a Rendimax, che con un rendimento pari a 2,75% lordo permetterà ai nostri 5 mila euro di raggiungere alla fine dell'anno quota 5 mila e 110,30 euro. Il tasso netto promesso è pari a 2,21%.

Altra soluzione è quella di CheBanca!, che promette di regalarci a fine anno 80 euro in più a fronte di un rendimento del 2%. Il tasso netto è pari a 1,60%.

Infine quella di Banca Marche, che propone un rendimento pari a 3,40% che permetterà di accrescere il nostro gruzzolo di 136 euro. Il tasso netto sarà quindi pari a 2,72%.