Se vi state chiedendo quali sono i conti deposito coi rendimenti più alti potete farvi un'idea confrontando le migliori offerte sui comparatori online. Fortunatamente, nonostante le ipotesi preliminari, le tasse su questi strumenti di investimento non sono aumentate e l'aliquota rimarrà al 20%. Ad affermarlo è proprio il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan che, intervistato sull'argomento, nei giorni scorsi ha fugato ogni dubbio: l'aumento di tasse al 26% riguarderà solo azioni, obbligazioni bancarie e polizze assicurative.

Tirano un sospiro di sollievo, dunque, i risparmiatori che hanno scelto i prodotti di Ing Direct o Banca Mediolanum per investire i propri soldi. L'aumento delle tasse (in particolare delle aliquote sui rendimenti) è stato scongiurato sia su conti deposito e conti correnti, sia su Bot e Btp. L'obiettivo del governo Renzi, come annunciato, è infatti quello di appesantire il carico fiscale sui guadagni più alti e continuare a tutelare le fasce più deboli e i risparmiatori che hanno fatto piccoli investimenti.

È in sostanza la stessa logica con cui si è adeguata l'imposta di bollo a dicembre 2013. Ricordiamo ai lettori, infatti, che con l'anno nuovo questa tassa è salita allo 0,2% dallo 0,15% precedente, mantenendo invariata la zona tax free sotto i 5 mila euro di deposito. Insomma agli italiani che sono tanto affezionati ai conti deposito, come dicono gli studi di settore dedicati, si può consigliare di continuare a sfruttare questi investimenti che possono fruttare anche qualche centinaio di euro in un anno.

Per trovare le offerte più convenienti basta fare una veloce ricerca su internet e magari utilizzare i comparatori online che mettono a confronto i conti deposito col rendimento più alto. Al momento fra i migliori c'è la proposta di Banca Marche, Rendimax di Banca Ifis e CheBanca!. Per scoprire quale fra questi sia il conto migliore, basta inserire i propri dati nel form del comparatore e digitare la somma di denaro che si desidera investire. A questo punto, ovviamente, bisognerà specificare se si vogliono vincolare o meno questi soldi.

Se si vuole guadagnare una buona somma, il consiglio è sicuramente quello di vincolare il denaro per almeno un anno: si possono ottenere rendimenti fino al 3%.