Strumenti finanziari come il conto corrente o il conto deposito sono ormai di fondamentale importanza per la maggior parte dei consumatori e sempre più l'offerta di Fineco, quella di Hello Bank! e degli altri istituti di credito si va allargando in tal senso.

Per lavoro, per aprire un mutuo o per effettuare spese particolari avere un conto in banca è sempre una buona risorsa ma è necessario scegliere il miglior conto corrente adeguandolo alle proprie esigenze personali di consumo.

E proprio per tutelare la diversità dei bisogni dei consumatori in tal senso, la Commissione Europea si è pronunciata per far approvare una direttiva che permetta a tutti i cittadini dell'Unione Europea di poter aprire un conto corrente di base per poter effettuare almeno il minimo delle operazioni a zero spese.

Secondo la direttiva, infatti, tutti i cittadini residenti in Europa avranno questo diritto a prescindere dalla nazionalità o dal luogo di residenza: l'obiettivo principale è quello di rendere trasparenti questi strumenti finanziari in modo tale da poter facilitare il confronto anche a chi non ha mai avuto un conto corrente.

La direttiva, infatti, è sulla trasparenza dei conti correnti bancari ed è stata approvata in questi giorni dal Parlamento Europeo in seduta Plenaria: come ha dichiarato il relatore della seduta Jürgen Klute, "Questa direttiva ha l'obiettivo permettere agli utenti di utilizzare servizi di pagamento comuni."

"Garantire l'accesso ai conti di base per tutti i consumatori, compresi i migranti e i cittadini in mobilità, stimolerà la modernizzazione economica, faciliterà la libera circolazione e aiuterà i più svantaggiati ", ha continuato il relatore.

Quello che il Parlamento europeo ha chiesto, infatti, è che tutte le banche dispongano nella loro offerta, di conti correnti base che possano essere accessibili a tutti, comprese le banche che operano online: questo anche per permettere che le operazioni di pagamento mediante carta di credito, o operazioni come bonifici e trasferimenti di denaro all'interno dell'Ue possano essere più facili e agevolati (o anche a costo zero).

Ad ogni modo, gli stati membri potranno richiedere al cliente di lasciare indicazioni circa la finalità del conto e l'interesse principale nell'aprirlo ma dovranno comunque rispettare la trasparenza e il diritto di semplificazione che è in mano ai consumatori.