Ormai moltissimi consumatori utilizzano i conti online per gestire i proprio risparmi, dopo aver ceduto al richiamo delle offerte di Hello Bank, Fineco, CheBanca!, ecc. che propongono soluzioni a zero spese, adatte a chiunque. Tramite l'home banking tutte le operazioni vengono svolte in semplicità e velocità, con, inoltre, un notevole abbattimento dei costi e delle commissioni.

Attualmente trovare il conto corrente più conveniente, anche attraverso un comparatore di tariffe sul web, significa scegliere uno dei molti conti online disponibili. Tuttavia, da quello che emerge da un'indagine dell'Abi (Associazione bancaria italiana) in collaborazione con GfK-Eurisko, sembra che moltissimi italiani ancora privilegino, in certi casi, lo sportello e quindi ancora siano restii a scegliere una banca completamente senza filiali.

D'altra parte i clienti, e di conseguenza le banche, sono sempre di più multicanale: i correntisti ricorrono a servizi bancari sempre più personalizzati e usano sempre più spesso i canali a distanza anche se continuano a recarsi in filiale per prendere le decisioni finanziarie più importanti. L'home banking dei conti online infatti, anche di quelli offerti dalle banche tradizionali, sono utilizzati dalla maggioranza dei clienti solo per le operazioni bancarie di routine. Quasi l'80% dei correntisti usa quindi in modo combinato lo sportello e i canali a distanza: nel 2005 erano solo il 65%.

In una nota dell'Abi si legge: «se da una parte con l'affermarsi dei nuovi canali di accesso ai servizi bancari, come internet, smartphone, tablet e call center, si sta intensificando l'uso della banca in ottica self-service per le operazioni di tutti i giorni, dall'altra parte la filiale sta riscoprendo una nuova centralità nel rapporto col cliente». La filiale, a scapito di chi ne attendeva la scomparsa, sta cambiando ruolo, restando un punto di riferimento importante per quasi il 90% della clientela.

Il 2013 ha mostrato una sensibile crescita dell'uso dei canali a distanza, in particolare dell'home banking dei conto online. L'uso del servizio sembra aver svolto anche un ruolo di catalizzatore della diffusione degli altri canali a distanza: cresce infatti anche la quota di clienti che accedono alla banca attraverso il telefono sia tramite call center sia tramite mobile banking. I clienti che dichiarano di usare tutti e tre i canali sono oggi l'11% e sono raddoppiati in un anno.