In questi anni di crisi, risparmiare è sicuramente diventata un'impresa molto difficile, ma se si ha un po' di denaro e lo si vuole mettere da parte, trovare conto deposito ad alto rendimento è sicuramente un'ottima scelta per investire i propri risparmi senza rischiare.

È importante riuscire a capire qual è il miglior prodotto offerto sul mercato e quali sono le clausole più convenienti per le proprie esigenze, quindi è bene informarsi attentamente e confrontate le offerte di Che Banca, Ing Direct, Conto Arancio e molte altre banche disponibili.

Inoltre, è opportuno sapere che non tutti i conti deposito sono uguali. Infatti, esistono conti liberi e i conti vincolati. La differenza tra questi due tipi di conti è la possibilità di accedere al denaro depositato: con un conto di deposito libero (chiamato anche non vincolato) si può avere accesso in qualsiasi momento per qualsiasi evenienza, mentre i conti di deposito vincolati permettono di ottenere maggiori guadagni, però, sono appunto vincolati e quindi obbligano a lasciare il denaro depositato per un certo periodo di tempo che può variare tra uno e trentasei mesi.

Ma cosa fare prima di aprire un conto vincolato? Prima di tutto ci si deve assicurare di non dover accedere a questa cifra troppo presto e che quindi quel denaro rimanga depositato per tutto il periodo di tempo pattuito con la banca. Alcuni istituti di credito infatti prevedono delle penali per chi recede dal contratto prima del termine stabilito, oppure non conteggiano gli interessi maturati fino al momento della chiusura del conto. È bene quindi informarsi molto attentamente a proposito perché ogni singola banca adotta delle politiche diverse per quanto riguarda lo scioglimento anticipato dei vincoli.


Ci sono alcune banche dove, una volta vincolato il denaro, non esiste alcuna possibilità di prelievo anticipato: tra le banche che pongono questa condizione c'è IBL Banca con Conto su IBL. Però, in cambio di un limite così restrittivo, questo deposito offre rendite molto più elevate della media.

Ci sono anche molti altri istituti che consentono il prelievo anticipato del deposito, solo in parte oppure interamente, ma in tal caso non tengono conto degli interessi maturati fino al momento della chiusura, un esempio di questo caso è sicuramente Time Deposit di Barclays. Altri istituti di credito come IWBand con IWPower e il Conto deposito di CheBanca, in caso di chiusura del conto prima del previsto, ricalcolano la retribuzione degli interessi al tasso base. Con questi due depositi, perderete anche gli interessi anticipati se estinguete il vincolo in anticipo.

Con Time Deposit di Santander e prodotti simili, consentono solo l'estinzione anticipata totale, remunerando gli interessi ad un tasso lordo dell'1%, Infine, Conto Webank di Webank e Conto Arancio di ING Direct offrono l'opportunità di svincolare anche solo una parte del deposito; sulle somme prelevate anticipatamente è applicato il tasso di interesse del deposito non vincolato. Eurodeposit di PrivatBanke è l'unico che fa eccezione perché oltre a proporre sul mercato più vantaggiosi, garantisce tutti gli interessi maturati fino alla chiusura del conto in caso di scioglimento anticipato del vincolo.