Molti risparmiatori si chiedono quale sia il modo migliore per investire i propri soldi. Secondo alcuni esperti, bisogna scegliere un conto deposito ad alto rendimento, secondo altri invece conviene investire in borsa. Coniugare entrambe le forme di investimento è tuttavia possibile, basta trovare i migliori conti per il trading online come Conto Arancio di Ing Direct. Ecco quali servizi offre questa banca digitale e quanto è possibile risparmiare rispetto alle altre banche.

Conto Arancio è il conto deposito di Ing Direct e offre ai clienti anche dei servizi per il trading online. Con questo prodotto, secondo quanto riportato sul sito, si possono risparmiare fino a 140 euro l'anno per i vari costi di gestione. Nel complesso, infatti, con il trading online di Ing Direct si spendono solo 180 euro per le spese di compravendita di titoli e azioni contro i 250 euro in media che si spendono con le altre banche. Inoltre, Conto Arancio non prevede spese di custodia titoli e amministrazione né per gli accrediti di dividendi per azioni né cedole per obbligazioni o titoli di stato che in media nelle altre banche valgono 70 euro.

Il servizio di trading online di Ing Direct sfrutta l'autorevole fonte de ilSole24Ore, il principale quotidiano economico in Italia. A disposizione dei clienti, quindi, ci sono news, analisi tecniche, strumenti di monitoraggio e dati in tempo reale per fare i propri investimenti in sicurezza. Con questo servizio si possono acquistare tutte le azioni italiane, i principali titoli azionari europei quotati sul mercato italiano, i warrant, Titoli di Stato, ETF, ETC e obbligazioni di vario tipo.

Con Ing Direct, inoltre, si possono effettuare investimenti e tenere monitorati i propri titoli in borsa anche in mobilità grazie ai servizi mobile per smartphone e tablet. Conto Arancio è quindi uno dei prodotti migliori per fare trading online sia per esperti investitori sia per piccoli risparmiatori. Il servizio di trading online è comunque disponibile anche per il semplice conto corrente online di Ing Direct che, lo ricordiamo, non ha spese di apertura e canone annuo.