Quando si hanno dei risparmi da parte, perché avete cambiato contratto di lavoro, perché avete ricevuto un aumento, perché avete ereditato, o per qualsiasi altro motivo, ci sono diversi modi per farli fruttare: si possono investire nel mattone e quindi acquistare un immobile, si possono depositare in banca mettendo i migliori conti deposito a confronto per trovare quello più adatto alle proprie esigenze.

Un altro modo per far fruttare i propri guadagni è quello di informarsi sul Forex, per capire di cosa si tratta e decidere se è un metodo di investimento che ci interessa. Tutto questo a livello privato. Ci sono poi le grandi aziende che hanno a disposizione somme ben più alte, e talvolta decidono di investire su altre aziende, più piccole di loro, per aiutarle a sviluppare dei progetti.

E’ il caso di TIM Ventures, la società del Gruppo Telecom Italia fondata con l’obiettivo di investire nelle migliori startup digitali, che insieme a Sistema Investimenti e Embed Capital ha fatto il suo primo passo nel mondo del venture capital, destinando più di 400.000 euro a Pedius s.r.l., la startup che ha sviluppato un sistema di comunicazione estremamente innovativo, che permette ai non udenti di effettuare normali telefonate, usando tecnologie di riconoscimento e sintesi vocale.

Grazie all’investimento di TIM Ventures, Pedius ha potuto realizzare un’applicazione (che ha anche vinto il grant TIM#WCAP nel 2013, oltre ad altri premi e riconoscimenti) che è stata adottata dai call center del Gruppo Telecom Italia. Con l’applicazione di Pedius è stata abbattuta quindi un’importante barriera che ostacolava tutte quelle persone che hanno dei problemi di udito.

L’investimento di TIM Ventures permetterà a Pedius anche di espandersi internazionalmente, cosa peraltro già avviata in Inghilterra e Irlanda, dove il servizio è già disponibile. Il fondatore di Pedius, il ventinovenne Lorenzo di Ciaccio che guida un team di otto giovanissimi, si augura che “questa operazione guidata da un colosso come Telecom Italia sia un esempio di come stia cambiando in Italia il settore degli investimenti in venture capital e nell’innovazione.”