Il conto corrente è uno degli strumenti più amati dai risparmiatori in quanto consente una gestione del denaro consapevole, sicura. Amministrare i propri risparmi per mezzo di un conto bancario è una scelta condivisa, tuttavia occorre individuare adeguatamente il prodotto più in linea con le personali esigenze così da poter usufruire dei servizi aggiuntivi desiderati e ridurre le voci di costo relative alle spese di gestione. E' possibile effettuare rapidamente una scelta mettendo i conti corrente più convenienti a confronto tra quelli predisposti dai vari istituti di credito.

Chiudere e cambiare il conto corrente

Contrariamente a quanto avveniva in passato ad oggi cambiare o chiudere un conto corrente è un'operazione abbastanza semplice ed immediata. Coloro che non sono soddisfatti delle condizioni applicate dalla banca possono decidere in qualsiasi momento di informarsi su WeBank e i suoi prodotti, su ING Direct ed Hello Bank in modo tale da selezionare opportunità alternative maggiormente soddisfacenti.

Il Decreto Bersani

Il decreto legge Bersani sulla libera concorrenza e sulla tutela dei consumatori ha introdotto alcune semplificazioni per tutelare gli interessi della clientela degli istituti di credito. Tra queste è stato stabilito che gli istituti di credito non possono più far pagare ai propri consumatori dei costi aggiuntivi per la chiusura del conto corrente. Ne consegue che i correntisti hanno la possibilità di chiudere in qualsiasi momento il conto senza la necessità di fornire spiegazioni o incorrere in oneri economici ulteriori.

Per chiudere un conto (senza contestuale apertura di altro rapporto presso altro istituti di credito) è sufficiente inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno alla nostra banca di riferimento. In questa fase è importante non avere operazioni "pendenti" e restituire alla banca tutti gli strumenti di pagamento in possesso: assegni bancari, carta bancomat, carta di credito, etc. In alternativa il correntista può scegliere di effettuare la chiusura del conto bancario recandosi personalmente nella sede della propria banca.

Aprire un nuovo conto corrente

In altri casi si sceglie di chiudere un conto al fine di aprirne un altro presso un istituto di credito differente. In tal caso sarà la banca prescelta a gestire, per conto del cliente, le relazioni con l'istituto di credito che stiamo abbandonando.

L'Investment Compact

L'Investment Compact approvato solo pochi giorni fa, inoltre, ha introdotto un periodo massimo di 15 giorni per il passaggio del conto corrente presso un altro istituto bancario, la procedura dovrà essere sempre completamente gratuita e qualora non venisse rispettato questo termine sono previsti risarcimenti per i clienti.