Conto Arancio, per chi non lo conoscesse, è uno dei prodotti più importanti del gruppo bancario Ing Direct, per quanto riguarda il settore conto correnti. Questa banca, nata in Canada nel 1997 e operante in Italia dal 2001, è uno dei principali operatori bancari online grazie ai suoi competitivi prodotti a cui numerosi italiani si affidano. Recentemente, però, il colosso canadese, ha avuto dei disguidi seri, prontamente risolti.

Conto Arancio: il problema

Nella giornata del 2 ottobre, il colosso canadese ha riscontrato un problema di grave entità che ha spiazzato i clienti affezionati."Buongiorno a tutti, siamo a conoscenza di un problema che si è verificato su alcuni bonifici e stiamo intervenendo per una completa risoluzione nel minor tempo possibile. Vi terremo aggiornati nelle prossime ore, ci scusiamo per il disagio».
Questo messaggio, pubblicato sulla pagina Facebook di Ing Direct, è la conseguenza di alcune segnalazioni che i clienti di Conto Corrente Arancio hanno fatto dopo che non si sono visti accreditare lo stipendio di settembre.

Alcuni clienti si sono trovati in difficoltà dopo aver preventivato spese da affrontare in concomitanza con il pagamento dello stipendio, che non è avvenuto nelle solite tempistiche. Altri clienti che hanno anche il mutuo con Ing Direct segnalano l'addebito della rata, confermando, quindi, che il problema è solo con i pagamenti.

Come è stato risolto il disguido?

Una volta risolto il problema tecnico gli stipendi sono stati riaccreditati evitando che i clienti potessero risultare in rosso o in scoperto e potessero tornare a effettuare le operazioni finanziarie pianificate o in scadenza. Uno spavento passeggero che non sembra aver fatto perdere credibilità a Conto Arancio e alla banca Ing Direct.

I precedenti

Nel 2014, nel mese di aprile, si erano segnalate proteste più vigorose per una simile situazione: l'operatività dei conti di alcuni clienti è rimasta bloccata per giorni, situazione che la banca canadese ha imputato a un aggiornamento informatico avvenuto a fine marzo, ma che è stata risolta in poco tempo: "Abbiamo fatto un aggiornamento informatico a fine marzo e alcuni profili stanno avendo dei problemi; risolverli non dovrebbe essere complicato. In ogni caso, a chiunque sia in difficoltà suggeriamo di contattare il nostro call center".