Vi ricordate le vecchie e care Lire? No, non è un articolo in cui si riflette sulla possibilità di ritorno alla Lira, anche perché economicamente parlando sarebbe un salto nell'inflazione, prima di poter beneficiare dei vantaggi connessi al vecchio conio; non è nemmeno un articolo nostalgico, è solo un news informativa per tutti quelli che vogliono poter dare respiro, seppur minimo ai propri conti correnti.

Vi è capitato in questi anni di aver trovato vecchie Lire in angoli remoti della casa e non saperne cosa fare? Ecco, da adesso è possibile cambiare le Lire in Euro: l'unica cosa da fare è recarsi nelle sedi della Banca d'Italia, che ha annunciato di aver avviato approfondimenti sulla richiesta dell'Unione Nazionale dei Consumatori, dopo che la Corte Costituzionale ha cancellato la prescrizione decisa dal Governo Monti.

Cambiare Lire in Euro: la decisione di Monti

Questa soluzione proposta dalla Consulta può essere un'ottima via per recuperare soldi, dopo la decisione del Governo Monti: con la diffusione della Moneta Unica, la conversione delle Lire in Euro poteva avvenire entro 10 anni, con la scadenza del 28 febbraio 2012; Mario Monti anticipò di 3 mesi questa scadenza, facendo entrare nelle casse dello stato 1 miliardo e 200 milioni, e rendendo senza valore le Lire rimaste in circolazione.

DA LEGGERE: Bail in: arriva l'ok della Commissione Finanza del Senato

Cambiare Lire in Euro: vantaggi per i consumatori

La decisione della Consulta arriva dopo anni di recessione e potrebbe portare vantaggi, se pur minimi, a quei consumatori che hanno conservato ancora monete e banconote del vecchio conio: tutte le persone che non hanno ancora cambiato le Lire in Euro, possono presentarsi per altri 3 mesi agli sportelli della Banca d'Italia e recuperare i propri capitali, che nel complesso, raggiungeranno la cifra di 1,5-2miliardi di Euro.

Nonostante il sito di Bankitalia indichi che non è possibile effettuare la conversione, confermiamo che è possibile e che chi non ha buttato le Lire, almeno per ricordo, adesso potrà beneficiarne una volta per tutte.