Per pagare le spese condominiali, le rate dell'università o anche le semplici bollette delle utenze domestiche, potresti trovarti a utilizzare il cosiddetto Bollettino Freccia. Si tratta di un documento precompilato da consegnare in banca insieme alla somma da versare, in modo che questa venga poi versata nelle casse dell'ente o dell'azienda a cui è rivolto. Vediamo come funziona il procedimento e a chi è rivolto il Bollettino Freccia.

Bollettino Freccia: come funziona?

Il cosiddetto Bollettino Freccia non è altro che una versione bancaria del più conosciuto bollettino postale. Infatti, ti arriva a casa precompilato e ti serve per pagare le bollette o altri servizi, come le spese condominiali. Tu non devi fare altro che portarlo allo sportello bancario di qualsiasi istituto e versare la somma di cui sei debitore.

Generalmente, il Bollettino Freccia viene accettato da tutte le banche sul territorio nazionale. Puoi scegliere di pagarlo in contanti, con carta di debito o di credito oppure con addebito sul tuo conto corrente, ma solo se stai effettuando il pagamento nella banca in cui hai il conto aperto. Se hai la possibilità di utilizzare l'home banking, ovvero di effettuare operazioni online con il tuo conto corrente, allora puoi pagarlo direttamente dal web.

Una volta effettuato il pagamento, la banca che ha ricevuto i tuoi soldi (chiamata "banca esattrice") invia alla banca dell'impresa a cui devi i soldi (detta "banca tesoriera") una ricevuta di avvenuto pagamento. A questo punto, viene effettuato l'accredito nel conto del creditore.

DA LEGGERE: Come versare contanti in una banca online?

Chi utilizza il Bollettino Freccia?

Questo strumento è principalmente utilizzato da tutti quegli enti e quelle aziende che hanno bisogno di incassare soldi in maniera ricorrente, a causa di accordi continutivi come abbonamenti, contratti di somministrazione, contratti di associazione, etc. Stiamo parlando di soggetti come imprese, università, Comuni, amministratori di condominio, società che forniscono acqua, energia, gas, ecc.

Infatti, viene spesso utilizzato per pagare le spese condominiali, le utenze domestiche, abbonamenti a riviste o quotidiani oppure quote di iscrizione ad associazioni, club, università, scuole o circoli, etc.

In generale, è utile in tutte quelle situazioni in cui il debitore non può autorizzare un cosiddetto addebito RID bancario, ovvero un prelievo ricorrente dal tuo conto corrente, che spesso viene utilizzato per la cosiddetta domiciliazione delle bollette. In questo modo, puoi utilizzare il denaro contante oppure canali alternativi di pagamento. Come dicevamo, esattamente come un bollettino di pagamento postale.

Vantaggi e svantaggi del Bollettino Freccia

I vantaggi dell'utilizzo del Bollettino Freccia sono vari. Dalla parte dell'impresa creditrice, questo strumento permette che il pagamento arrivi in tempi ridotti (la notizia dell'esito positivo del versamento arriva entro 2 giorni lavorativi) e che i costi di incasso della somma siano contenuti. In questo modo, la gestione della procedura è più semplice per gli amministratori.

Invece, gli utenti che utilizzano il Bollettino Freccia possono trovare una certa comodità nell'avere un bollettino precompilato da dover semplicemente consegnare allo sportello. In questo modo, non devono conoscere informazioni e dati di difficile reperibilità. In più, si può pagare in tutte le banche in maniera semplice. È anche verò, però, che l'addebito RID è sicuramente uno strumento molto più comodo e che dà meno possibilità di errore.

Tra gli svantaggi va soprattutto sottolineato il prezzo di incasso che viene addebitato all'utente. Infatti, pagando con un Bollettino Freccia si richia di dover versare un costo per l'operazione tra i 2 e i 3€, ma in alcune banche può anche salire fino a 5€.