Numerosi sono gli italiani che scelgono di aprire più di un conto corrente per depositare e gestire i propri risparmi. In questi casi a volte potrebbe capitare di avere la necessità di trasferire una somma di denaro da un conto all'altro. A questo proposito il giroconto bancario rappresenta uno strumento prezioso proprio per spostare dei fondi da un conto a un altro.

Se anche tu sei titolare o co-intestatario di due o più conti correnti, appartenenti al medesimo istituto bancario o a due banche differenti, e stai cercando una soluzione comoda e rapida per trasferire un capitale da un deposito all'altro, in questo articolo troverai tutto quello che c'è da sapere sul giroconto: che cos'è, come funziona, quanto costa.

Come funziona un giroconto?

Il giroconto bancario è un'operazione che ti permette di trasferire una somma di denaro da un conto corrente a un altro. Entrambi i conti devono essere intestati a te e possono essere aperti presso la stessa banca oppure presso istituti di credito diversi.

Il giroconto è uno strumento sicuro perché fa sì che il trasferimento del denaro avvenga in modo completamente virtuale. Per effettuare questa operazione non è infatti necessario prelevare contanti e l'intero procedimento viene svolto dagli istituti di credito che provvederanno a trasferire i fondi da un conto all'altro senza passaggio di denaro contante.

Il giroconto offre inoltre il vantaggio di non avere soglie limiti per il trasferimento. E' infatti possibile trasportare anche tutto il denaro depositato da un conto all'altro. Nel caso in cui vengano trasferite grosse somme, la banca procederà comunque a effettuare dei controlli e accertarsi delle vostre intenzioni.

Richiedere un giroconto è inoltre molto semplice. Se hai aperto due conti correnti presso due banche differenti, dovrai recarti in quella dalla quale partirà il trasferimento del denaro e richiedere allo sportello bancario l'apposito modulo per effettuare il giroconto che dovrai compilare in tutte le sue parti inserendo la causale dell'operazione, i tuoi dati personali e il codice IBAN di entrambi i conti bancari. Una volta fatto questo il trasferimento del capitale da un fondo all'altro avverrà in maniera automatica.

In alcuni casi, inoltre, gli istituti con servizio di web banking o che ti permettono di aprire un conto corrente online, ti offrono la possibilità di effettuare il giroconto bancario direttamente online accedendo al tuo conto da internet. In questo caso il tutto avviene attraverso la compilazione degli appositi form digitali messi a disposizione sui siti ufficiali dei diversi istituti di credito.

Per quanto riguarda le tempistiche poi, queste possono variare a seconda del caso. In generale, se il denaro viene trasferito nella stessa banca è possibile ottenere il movimento in circa 2-3 giorni, se il trasferimento avviene fra due istituti differenti il tutto avviene in 4-5 giorni mentre in caso di banca estera potrebbero passare anche 10 giorni.

DA LEGGERE: 10 consigli per scegliere il conto corrente giusto

Quanto ti costa il giroconto?

Per quanto riguarda i costi del giroconto bancario, questi variano a seconda dell'istituto di credito, della tipologia di giroconto e, qualora i due conti siano aperti in due banche diverse, dal luogo in cui si trova la banca.

In generale, i costi della transazione sono maggiori quando il trasferimento viene effettuato in favore di banche situate al di fuori dell'Italia e si aggira mediamente intorno ai 10 euro. I costi più bassi si hanno invece con i giroconti effettuati direttamente online che, in alcuni casi possono anche essere pari a zero. Inoltre, alcuni istituti offrono il servizio gratuito per il trasferimento di denaro fra conti della stessa banca mentre se il passaggio avviene fra istituti differenti la spesa è intorno ai 5/6 euro.

Differenza tra giroconto e bonifico

Le differenze tra giroconto e bonifico sono sostanzialmente due:

1. il giroconto permette di trasferire le somme con maggiore rapidità

2. il giroconto permette di trasferire fondi solo tra conti correnti intestati alla stessa persona, mentre il bonifico può essere usato per effettuare pagamenti verso terzi.