Un conto di risparmio, meglio conosciuto come conto deposito, è una forma di investimento assolutamente sicura e discretamente redditizia, particolarmente adatta a chi ha della liquidità da parte e vuole farla fruttare senza rischi. Proprio come i normali conti correnti, anche questi prodotti sono infatti tutelati dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che interviene in caso di fallimento della banca.

Quasi tutti gli istituti di credito propongono conti di risparmio, cosicché non avrai che da scegliere il prodotto più adatto alle tue esigenze. Prima però, facciamo un po' di chiarezza su come funziona un conto deposito, che differenza c'è tra conto libero e vincolato e quanto puoi guadagnare con ciascuna di queste soluzioni.

Cos'è un conto di risparmio?

Un conto di risparmio è un deposito di denaro dove puoi versare una somma sulla quale percepirai un tasso di interesse.

Il conto può essere libero o vincolato: nel primo caso potrai prelevare i soldi in qualunque momento, mentre nel secondo non potrai toccarli fino al termine del vincolo (solitamente 3, 6, 12 o 24 mesi) o lo potrai fare ma perdendo del tutto o in parte gli interessi maturati fino a quel momento.

Ovviamente un conto deposito vincolato offre rendimenti molto più elevati ed è quindi la scelta più conveniente, ma solo se sai di poter fare a meno di una parte del tuo denaro per tutta la durata del contratto.

Come anticipato, si tratta poi di un prodotto estremamente sicuro poiché in caso di fallimento della banca ci penserebbe il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi a risarcire ogni correntista fino a un massimo di 100mila euro.

Tra i vantaggi di un conto deposito è quindi la sicurezza quello più importante, perché lo rende adatto a tutti, comprese famiglie e persone con una scarsa conoscenza del mondo finanziario.

Quanto rende un conto deposito?

Se da un lato la sicurezza costituisce un grosso plus di questi prodotti, il rendimento non si può proprio definire eccezionale. Il prezzo da pagare per avere un investimento sicuro al 100% è infatti un tasso creditore molto modesto, che può raggiungere al massimo il 2-2.50% lordo in caso di conti vincolati per 24 mesi o più.

Ipotizzando un investimento di 10.000 euro vincolato per 24 mesi parliamo quindi di un guadagno netto massimo di circa 280-300 euro, che scende a 100-120 euro in caso di vincolo di soli 12 mesi. Molto più modesti i rendimenti per i depositi liberi: sempre per 10.000 euro potresti ottenere un guadagno medio di 55-65 euro in un anno o di 110-130 euro in due anni.

DA LEGGERE: Miglior conto deposito vincolato: con quale banca guadagni di più?

Come aprire un conto di risparmio?

Devi sapere che aprire un conto deposito è davvero molto semplice. Gli unici requisiti sono infatti l'aver raggiunto la maggiore età, essere residenti in Italia e possedere un conto corrente bancario. Quest'ultimo ti servirà come appoggio, sia per trasferire le somme desiderate sul deposito vincolato, sia per ricevere il loro accredito con tanto di interessi alla scadenza del vincolo.

Se sei già cliente di una banca online, aprire il tuo deposito di risparmio sarà semplicissimo, poiché potrai farlo direttamente online accedendo ai servizi di home banking. In alcuni casi può essere necessario stampare e firmare il contratto e rispedirlo per posta, mentre in altri è possibile fare tutto via web in pochi minuti.