Come scegliere il conto corrente migliore -Video Guida

Paolo Sansone, esperto SuperMoney, spiega come trovare il migliore conto corrente tra le promozioni presenti sul mercato.

Paolo Sansone parla di come scegliere i conti correnti migliori a Class Tv - Testo integrale

Parliamo di conti correnti, conti di deposito, liquidità. Paolo Sansone, responsabile area banche di SuperMoney. Ben ritrovato.
Salve a tutti.

Allora primo trimestre dell’anno, abbiamo parlato delle case, ma parliamo anche dei conti correnti che si stanno caratterizzando per tutta una serie di promozioni. Non esiste il conto corrente perfetto che vada bene per tutti, quali sono le caratteristiche che bisogna prendere in considerazione nel momento in cui si sceglie il proprio conto corrente?
Non esiste quello che va bene per tutti, dobbiamo capire qual è quello veramente adatto a noi rispetto al profilo di consumo che ne facciamo. Quindi quali sono le attività che effettivamente svolgiamo con il nostro conto corrente: ci limitiamo all’addebito dello stipendio e all’utilizzo del bancomat o facciamo tante altre operazioni? Questo ci permette di capire come scegliere il conto corrente migliore, risparmiando, ovviamente.

Arriviamo al test per scegliere il conto corrente migliore, lo abbiamo realizzato con Paolo Sansone che farà anche la nostra cavia per provare a rispondere alle domande del test. Cominciamo dalla prima domanda: quante operazioni si fanno al mese? Questa effettivamente è la prima domanda che ci vuole aprire un conto corrente o rottamarlo, si deve porre. Molte o poche?
Dobbiamo farci questa domanda per capire quale sia la migliore soluzione. In effetti se facciamo poche operazioni probabilmente uno dei conti correnti a basso costo, come la maggior parte dei conti correnti online, può andare bene. In caso contrario molti di questi conti prevedono dei costi più elevati, per l’utilizzo oltre misura dei bonifici o tanti altri strumenti come il libretto degli assegni o la seconda carta di credito. In questi casi i conti correnti tradizionali, pur con un canone più alto, includono già molte delle spese variabili che andremo a fare nel corso dell’anno. Quindi possono diventare la scelta più vantaggiosae quindi risultare i conti correnti migliori.

Quindi se facessero molte operazioni al mese, converrebbe il famoso “canone illimitato”. Un canone fisso illimitato..
Che ci permette di coprire il costo delle tante operazioni che andiamo a fare, sì.

Se si facessero poche operazioni, converrebbe il famoso “conto base”?
Sì, stiamo attenti poi a quali sono le commissioni sulle operazioni che facciamo di tanto in tanto, però magari poi quando le facciamo scopriamo che costano un po’ tanto rispetto a quello che ci aspettavamo.
 
Domanda due di questo mini test, riguarda l’operatività: si può decidere di andare in filiale, perché magari ci sta simpatico lo sportellista, oppure fare tutte le operazioni via web o addirittura ormai sul cellulare.
È importante nel rapporto che si ha con le banche, il rapporto di fiducia. Quindi sono tanti che scelgono ancora di recarsi in filiale per fare le proprie operazioni. Anche in quelle in questo caso stiamo attenti a quali sono i costi, perché in molti casi ormai, nonostante i conti non siano prettamente online, effettuare delle operazioni in filiale può avere dei costi più elevati. Ci saranno delle occasioni in cui i conti saranno più convenienti da utilizzare allo sportello, altri in cui sarà più conveniente utilizzarli mobile. Se invece siamo appassionati appunto dell’online e lo riusciamo ad utilizzare con facilità, valutiamo bene quali siano poi che abbiano le interfacce migliori più facili da utilizzare. Perché ovviamente ce ne sono tante a disposizione e anche questo può diventare un fattore di scelta, a parità di costo, di qual è il conto corrente migliore.

Terza domanda riguarda invece la propensione all’investimento del correntista: possiede dei titoli azionari o delle obbligazioni? Vuole investire nel Btp Italia? Perché ovviamente esistono conti correnti collegati o meno al deposito titoli.
Certo, qui diventa ancora più importante quel rapporto di fiducia di cui parlavamo. La banca diventa un ruolo molto più attivo, non è soltanto un ente che ci offre un servizio, ma diventa partecipe del nostro investimento e dei nostri risparmi. In questo caso sicuramente, per scegliere il conto corrente migliore, non dobbiamo valutare il costo relativamente basso, ma andiamo a scegliere quali sono le migliori piattaforme di trading, quali sono i migliori depositi titoli che ci permettono eventualmente di avere promozioni, di avere un bollo agevolato, oppure di avere dei costi bassi sulle transazioni che andiamo a fare.
 
Il bollo è sicuramente un aspetto che ingolosisce molto, soprattutto quando le banche decidono di farsene carico. Ultima domanda di questo test: come scegliere il conto corrente migliore, se si vuole una carta di credito al conto?
Questo è ormai uno strumento fondamentale, quindi stiamo attenti a quali sono i costi. Molti conti offrono la prima carta di credito con canone gratuito, la seconda più spesso invece è a pagamento. Non tutti lo fanno. Nel caso in cui oltre il bancomat, ormai gratuito in tutti i casi, volessimo anche una o più carte di credito, stiamo attenti alle condizioni perché non tutte le banche hanno delle buone convenzioni con tutti i circuiti. Quindi scegliamo con attenzione in base a questo criterio il conto corrente migliore.

Abbiamo studiato insieme a SuperMoney quali sono le altre promozioni e scopriamo per esempio che per Mediolanum offrono degli interessi un po’ più alti, se si vincolano le somme per 12 mesi. È così?
Sì, non è un interesse direttamente sul conto corrente, ma viene definito un comparto vincolato di conto corrente in cui ci impegniamo a non movimentare delle somme per un certo periodo di tempo, in questo caso 12 mesi e vengono corrisposti degli interessi più alti rispetto a quelli normali del conto corrente. Non sono molte le banche che adottano un tipo di promozione di questo tipo, in genere Mediolanum con "Freedom One" è una tra queste. Questa promozione potrebbe rendere quel conto corrente migliore rispetto ad altri.

Su Unicredit avete proprio calcolato il risparmio annuo che è 80 euro, non è poco.
Sì, che più o meno coincide con il canone, anche in questo caso. Questa rientra in una categoria di promozioni più comune a un certo ammontare di liquidità o all’accredito dello stipendio o ad un certo livello di operatività rispetto all’utilizzo di una carta di credito o di altri strumenti, a fronte del pagamento del canone mensile. Ciò comuqnue aiuta a rendere il conto corrente migliore rispetto ad altri.

Canone mensile che viene azzerato nel caso di Deutsche Bank quando si accredita lo stipendio o la pensione.
Sì, questa è l’ipotesi che viene percorsa più spesso dalle banche che vogliono attirare nuova clientela, offrendo i conti correnti migliori sul mercato. Anche perché di fatto è quella che garantisce loro l’utilizzo del conto corrente, perché dal momento in cui noi accreditiamo lo stipendio o la pensione, sicuramente movimenteremo quel conto e faremo alcune operazioni. Quindi non sono soltanto dei cash-back fini a sé stessi, ma poi il conto viene effettivamente utilizzato.

Questa è un po’ una tendenza che vediamo anche per il caso Intesa San Paolo, accrediti la pensione, accrediti il conto, qui in realtà è sostanzialmente concluso questa promozione, però anche per questioni di completezza l’abbiamo presentata.
Sì, anche perché viene rinnovata abbastanza spesso e ritorna quasi sempre durante l’anno, anche in questo caso è un abbattimento del costo del conto corrente, non soltanto con l’accredito dello stipendio o della pensione, ma anche con l’utilizzo di una carta di credito. Ciò aiuta a rendere il conto corrente migliore rispetto agli altri presenti sul mercato.

Concludiamo con il Banco Popolare.
Anche in questo caso il canone viene azzerato, a prescindere dall’accredito dello stipendio e una promozione temporanea per attirare nuova clientela.

Abbiamo raccontato quindi ai telespettatori de “I Vostri Soldi”, quali sono le promozioni in corso in questo momento, in questi giorni, alcune sono in via di scadenza però stanno probabilmente per essere rinnovate. Per concludere la nostra analisi su come scegliere il nostro conto corrente migliore e perfetto, a cosa fare molta attenzione? Sicuramente ai costi, ne abbiamo parlato in termini di promozioni, ma anche alle commissioni. Esattamente a cosa fare attenzione?
Non guardiamo soltanto il canone, che nel caso di un utilizzo normale non è la voce di costo più importante per i clienti particolarmente facoltosi o con altre esigenze, ma stiamo attenti a quali sono i costi che potremo affrontare nella quotidianità. Quindi l’utilizzo del bancomat, della carta di credito, non solo in Italia, ma anche quando andiamo all’estero. L’utilizzo che ne facciamo dei bonifichi o l’eventualità di un’esigenza di un libretto assegni. E ovviamente stiamo attenti a tutti i costi che ci può offrire una stessa banca, perché ovviamente un conto corrente può essere uno strumento di accesso alla banca, però poi può essere necessario un mutuo, piuttosto che un finanziamento, piuttosto che l’esigenza di investire. Quindi scegliamo la banca e il conto corrente migliore pensando a tutto il ventaglio delle esigenze possibili, non soltanto l’utilizzo che dobbiamo fare degli strumenti di pagamento.
 
SMS: quali sono i limiti alla mia libertà finanziaria dopo essere stato inserito nella lista dei cattivi pagatori?
Il fatto di essere stati inseriti nella lista dei cattivi pagatori sicuramente può creare delle problematiche nell’accesso del credito, non tanto nell’utilizzo di un conto corrente o di altri strumenti simili. Chiaramente nulla è eterno e quindi anche in questo caso ci saranno dei tempi in cui potrà essere cancellato.

Navigando su internet, Fabrizio ha trovato un’offerta di una banca francese per l’apertura di conti correnti. Quali sono i vantaggi proprio di un’apertura di un conto corrente in un altro paese dell’Unione Europea e quali sono invece i rischi?
Vantaggi possono essercene, se ci sono delle condizioni vantaggiose, ad esempio di tasso o di particolari promozioni. I rischi possono essere appunto quelli di un default della banca, per cui più che star attenti del se fa parte dell’Unione Europea, dobbiamo star attenti a se effettivamente aderisce al Fondo Interbancario. Garantisce fino a 100.000 euro le somme depositate, sia in conti correnti che in conti deposito. Non tutte le banche dei Paesi dell’Europa aderiscono al Fondo Interbancario, ad esempio alcune banche dei Paesi Baltici non rientrano poi nel fondo. Quindi offrono dei tassi di rendimento particolarmente vantaggiosi, facendo sembrare questi conti correnti migliori, ma perdiamo questo livello di tutela.
 
Grazie davvero e aspetto prestissimo Paolo Sansone, responsabile dell’area banche di SuperMoney.
Grazie a voi, arrivederci.